Le api e il miele

Alleviamo, a seconda dell’annata e della stagione, da 15 a 25 famiglie di api, collocate in due apiari:  il principale è proprio dietro casa, di fronte all’impianto di lamponi e fragole;
l’altro è ubicato nel vicino comune di Trisobbio, su di un ripido pendio erboso denso di origano selvatico e sovrastante una piccola vigna ed un vecchio frutteto.

Le nostre api quindi hanno a disposizione nettare e numerosi pollini di fruttifere, oltre alle fioriture spontanee tipiche delle nostre colline:  dalla primavera all’estate si passa dal ciliegio alla robinia al castagno ai fiori di campo, per concludere la stagione con la melata, o “miele di bosco”.

Nell’allevamento apistico utilizziamo solo materiali e pratiche ammesse in agricoltura biologica:  la cera per i telaini delle nostre famiglie è autoprodotta o certificata come priva di residui chimici, e contro la varroa (parassita delle api) utilizziamo in estate solo prodotti naturali evaporanti (timolo) o la pratica dell’asportazione di covata e somministrazione di acido ossalico gocciolato, in inverno acido ossalico nebulizzato;

inoltre non nutriamo le api in alcun modo (né con sciroppi zuccherini né con candito) in nessuna stagione dell’anno, permettendo che utilizzino piuttosto le loro stesse scorte di miele e di polline per l’alimentazione della famiglia;  la riproduzione delle regine avviene pure in maniera naturale attraverso la sciamatura o con la formazione di nuclei che andranno a formare da se stessi le celle di regina.

Come in apiario, così anche in sala smielatura i processi sono del tutto naturali:  tutti i nostri mieli sono estratti per centrifugazione, senza trattamenti riscaldanti di alcun genere (miele vergine integrale).

Effettuiamo un accurato controllo dell’umidità del miele prima e durante la smielatura, ed avendo in ogni stagione una componente importante di robinia, o castagno, o melata, tutti i nostri mieli tendono a non cristallizzare, o a farlo molto lentamente.

 

i Mieli di nostra produzione:

Miele di Acacia

Raccolto del mese di maggio, essenzialmente da nettare di robinia pseudoacacia, è molto chiaro, quasi trasparente; ha odore e sapore delicati, ed è ideale come dolcificante.

Miele di Millefiori primaverile

Raccolto del mese di giugno, da nettare di castagno ed altre essenze della stagione (tiglio, fruttifere e fiori di campo); ha colore ambrato, è aromatico, ideale da tavola e per accompagnare formaggi.

Miele di Millefiori estivo

Raccolto del mese di luglio, da nettare di essenze varie e dalle prime secrezioni di metcalfa; il colore è scuro, il sapore aromatico e molto pronunciato, è ricco di sostanze protettive e olii essenziali.

Miele di Melata

Raccolto dalla fine di luglio a tutto il mese di agosto, è prodotto principalmente con le secrezioni di metcalfa, che da noi si accompagna alla fioritura del lampone; detto anche “miele di bosco”, ha colore scuro, profumo intenso e sapore di malto; è il miele a più alto contenuto proteico.

 

I nostri prezzi

Il listino prezzi sarà al più presto disponibile.

Apiario in inverno

Api al lavoro

Lavoro in apiario

Laboratorio di smelatura

Mieli 2012 in esposizione